Guys & Dolls: una piccola Broadway in città.

Venerdì 25 e sabato 26 gennaio scorsi sono stati due giorni in cui c’è stato “molto movimento” al teatro Ventidio Basso  di Ascoli Piceno.
Per l’esattezza abbiamo avuto l’onore di poter vedere un classico del musical americano: Guys & Dolls.
giphy

Ed io a una settimana dal suo debutto inizio ad avvertire le avvisaglie di una crisi d’astinenza da serata mondana, con vestiti da sera, lustrini e divertimento – come si può notare dalla gif con la mia Karen Walker –.

Guys and Dolls 3 di Luca Bartolini

Foto di Luca Bartolini

 

Ebbene sì, la Fly Communications (Fly Communications Facebook Page) ha colto la sfida, con la regia di Christian Mosca, la direzione dell’orchestra di 31 elementi del Maestro Giuseppe Lori e le coreografie di Brian Bullard, di ricreare l’atmosfera del vero musical in formulazione Broadway. C’è da dire che la sfida è stata vinta e ha superato di gran lunga le aspettative di tutti.
Teatro gremito di persone, non solo amanti del musical o del teatro, ma soprattutto incuriosite dalla novità e realtà che qui da noi non è stata mai conosciuta, soprattutto perché per molti profani era una cosa nuova vedere una vera orchestra in azione.
Eppure grazie a questo team artistico tutto questo ci è stato portato in “casa”.
Su quel palco tra i protagonisti che si muovevano con fluidità nelle scene, nel cantare e nel danzare, ci viene mostrata la visione del caro vecchio “sogno americano” ad occhi aperti e che diventa tangibile in terra straniera. Il sogno che fa sognare.
Il lavoro che c’è stato dietro nel compimento di questo progetto artistico si poteva notare dalla perfetta sincronia e impegno di tutti i partecipanti, attori, ballerini, cantanti, orchestra e regia.

 

Guys and Dolls 4 di Luca Bartolini

Foto di Luca Bartolini

Trascinando in modo inconsapevole lo spettatore nel mondo fatto di bische clandestine, pupe dallo stile pin up e la frenesia che si respirava nella vecchia New York degli anni cinquanta.
Se si dovesse trovare una definizione agli spettacoli offertici in queste due serate sarebbe: elegante entusiasmo su palcoscenico oppure un’esplosione di “broadwayana” magnificenza.
Sicuramente è un’esperienza che dovrebbe ripetersi più spesso e lo si poteva notare dal fermento che si poteva respirare alla fine dello spettacolo all’ingresso del teatro.
Da ripetere perché un fenomeno come quello di queste due sere ha risvegliato interesse, intrattenuto, riunito e fatto sorridere, non solo per lo spettacolo in sé, che aveva picchi comici davvero gradevolissimi, ma perché le persone erano realmente felici di condividere serate così stimolanti.

Guys and Dolls 1 di Luca Bartolini

Foto di Luca Bartolini

Dal mio punto di vista molto intimo e militando nel mondo del tatuaggio, non è stata una novità trovarmi di fronte al contesto presentato in questo musical.
Ho iniziato a disegnare pupe e pin ups in studio tattoo cinque anni fa, approfondendo poi anche gli aspetti del tempo in cui sono nate, l’immersione totale nel mondo e nella mentalità vintage, con sottofondo musicale jazz e rock & roll. Le bische che profumavano di quel proibito simile al mondo dei tattoo, perché chi si tatua o si tatuava al tempo è sempre un po’ “criminale”.
Per me più che avermi portato a casa un musical alla Broadway style è stato come sentirmi un po’ a casa.

Claire Piece

 

Annunci

Pallade Atena (Klimt) #masterworkschallenge

athena-di-klimt-drawinyoursyle-editingAccettare una challenge su Instagram per un artista o illustratore è quasi routine; ad esempio la più famosa challenge conosciuta sul social fotografico è quella chiamata #inktober che di solito si svolge nel mese di ottobre.
In questa occasione, o meglio come faccio sempre – perché sono una femminista fino al midollo e perché ho un viscerale bisogno di trasmettere sempre il mio messaggio in quello che produco o riproduco – ho scelto per riprodurre l’opera d’arte di un grande artista, la “Pallas Athene” di Gustav Klimt con l’hashtag #masterworkschallenge, ovvero interpretare a modo proprio i capolavori artistici che hanno segnato la storia. Ho avuto l’esigenza ora più che mai di mostrare la potenza femminile da un’angolazione differente, non come quella che illustrai nella tavola Vampire Queen, la potenza al femminile istintivamente guerriera, ferita e ribelle; questa volta ho scelto l’Atena rappresentata da Klimt che già di suo ispira reverenziale rispetto e su di me suscita un effetto ancora più che reverente.
Vedo in lei una parte di me e di molte donne.
Vedo quella saggezza di cui è rappresentante e che ognuno porta dentro di sé, che non è una caratteristica soltanto femminile ma dell’umano stesso. L’intelligenza, il sapere, la conoscenza che domano con la sottile eleganza della mente, che ci rendono liberi e quindi potenti.
Così ho deciso di unire e calcare ancora di più la mano a questi aspetti che mi vengono rimandati dall’opera di Klimt e unirli al mio stile personale che non è puramente differenza tecnica – e di bravura dato che l’originale è di una bellezza unica. Inoltre c’è sempre una specie d’ansia da prestazione quando ti confronti con i più grandi dell’arte – ma ho voluto aggiungere quel qualcosa in più che sento che mi contraddistingue sia dal punto di vista illustrativo che personale.
Ho cercato di creare una personalità nuova che incoraggi nell’attuale riscoperta della donna in quanto essere forte.
Perché abbiamo bisogno più che mai di sentirci irremovibili davanti alla resistenza che ci viene incontro.
Tenaci come questa Atena piena di fiera fermezza.
Cmparazione con Klimt.jpg

Esposizione: Un mese con Piece of Claire.

IMG_20181109_102313Dopo esser stata molto presa dal walk-in da Ye Olde Parlour, assorbita dall’atmosfera creepy di Halloween con due serie, la riscoperta di Penny Dreadful – con una tavola che ho realizzato apposta dato che ne sono rimasta abbastanza invaghita – e la nuova versione Netflix di Sabrina Vita da Strega – Le terrificanti avventure di Sabrina – adesso posso finalmente concedermi al tanto atteso annuncio!

Come ben saprete, soprattutto per chi a visto il mio video sulle ragioni per cui ci si tatua, avevo parlato della lavorazione e messa su di una esposizione.
Ebbene sì! Finalmente posso dire che lo scorso martedì ho allestito le ventuno illustrazioni che da giovedì 8 novembre fino al 30 novembre saranno esposte alla biblioteca comunale “Giulio Gabrielli” in Corso Mazzini 90 ad Ascoli Piceno.
L’ingresso è gratuito e potrete entrare a visionare le tavole dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle 19:00, mentre solo di sabato dalle ore 9:00 alle ore 13:00.
I promotori di questa mostra, e una serie di altre che arriveranno anche dopo di me all’interno della biblioteca, sono il direttore Roberto Palumbo e l’assessore alla cultura Piersandra Dragoni. Che ringrazio sin da ora per la fantastica proposta e l’onore di far parte ed esser stata scelta tra gli artisti che esporranno e che hanno la caratteristica di essere di origini ascolane.
IMG_20181106_171600
Prima di me ha esposto il fotografo dei David di Donatello, Peppe Di Caro, anche lui di origine ascolana.
La particolarità delle sue foto sono gli attimi profondi e intimi di personaggi che vediamo e abbiamo visto solo sul grande schermo. Vi invito a visionare alcuni dei suoi scatti e cercarlo sul web, ve lo consiglio caldamente.

Di che tratta questa esposizione?
Come dissi nel mio scorso video, ero molto indecisa su che impronta dare alla mostra e come intitolarla. Poi ho deciso di smettere di scervellarmi e si concentrarmi solo sulla semplicità. L’essenza dei miei lavori e di come fanno sentire chi li andrà a guardare.
Così ho deciso che sarebbe stata semplicemente “Piece of Claire”.

Quindi, senza dilungarmi a riguardo, perché le mostre vanno guardate e io non amo l’autocelebrazione, vi lascio a tutto il mondo che fa parte dei pezzi di Claire.
Per cui se vi trovate a passare per Ascoli Piceno o se siete miei sostenitori, trovate l’esposizione “Piece of Claire” di Claire Piece.

Vi aspetto, ci spero molto che verrete a trovarmi e a trovare i miei lavori.

Un bacio e ciao da Claire!

Nuovo video sui tattoo #dilemmitatuati #tattoo

Il domandone che ogni persona in possesso di tattoo si sente fare ogni volta che si scopre un braccio, la schiena, una gamba oppure ha in bella vista il suo bel pezzo artistico su pelle.
Tratto da un articolo “vero” del Claire Piece – Tea Biscuit Blog, ecco la trasposizione in video della settimana. Ovviamente se ci sono inesattezze nelle mie argomentazioni potete commentare (civilmente, grazie) e darmi il vostro parere oppure raccontarmi la vostra esperienza riguardo questa domanda che vi viene posta.

Buona visione e che il potere dei tattoo sia con voi!

 

 

Che trailer guardi?

Essendo molto attiva su Youtube per ovvi motivi, dato che devo seguire i trend del momento – non solo per mio piacere personale – vengo colpita qui e là dai canali di cinema che seguo e dalle prossime uscite cinematografiche.
Qui veniamo al succo del problema… ed è che io adoro i trailer.
Figuratevi che io esigo arrivare in tempo per l’inizio di un film al cinema perché bramo da morire di vedere i trailer prima del suo inizio – ditemi che qualcuno di voi là fuori ha la mia stessa fissa -!
So anche che per molti la parola trailer non è sempre sinonimo di ottime aspettative che potremmo avere su di un film oppure alle volte ci spifferano la trama completa di quest’ultimo ancora prima di andarlo a vedere.
È vero sono molti i pregiudizi riguardo il trailer, ma oggi voglio suggerirvene alcuni che hanno un buon compromesso tra la sbirciatina e il primo impatto visivo.

Ricordate che vi dissi nel mio articolo sui consigli su come superare il blocco creativo?
Vi consigliai che uno dei modi per superare un blocco è andare al cinema o di guardare un bel film. Ecco, oggi voglio parlarvi dei prossimi film in uscita che mi hanno incuriosito e che usciranno in questo autunno.
Allora cominciamo!

– A start is born
Essendo fan di Lady Gaga dai suoi albori potevo mancare al suo debutto splendente nel mondo del cinema? La risposta è ovviamente no.
Film diretto e prodotto da Bradley Cooper, è il remake della prima versione con l’omonimo nome del 1937 e dei seguenti, uno nel 1954 (musical) e l’altro nel 1976 (film). Al momento ammetto di non aver sbirciato per nulla la trama perché voglio lasciarmi l’effetto sorpresa, poi magari indagherò anche sulle differenze tra questa nuova versione e quelle passate, ma nel frattempo sono molto incuriosita e non vedo l’ora di vedere Gaga in tutto il suo splendore e talento in pellicola. Inutile dire che la soundtrack sarà sicuramente un ascolto continuo di nuove e bellissime canzoni – per lo meno ci spero molto –.

– First Man
Film sicuramente per chi è amante delle biografie, della storia passata e delle scoperte che l’hanno cambiata, come ad esempio l’allunaggio nel 1969 del primo uomo sulla luna. Con la ritrovata combinazione del regista Damien Chazelle (La La Land) e Ryan Gosling nei panni di Neil Armstrong e la mia amata Claire Foy nella parte di sua moglie, dal trailer si percepisce – sì, non amo leggere le trame. Voglio rimanere curiosa!- tutta la crescente lavorazione che c’è stata dietro l’evento del secolo scorso e che molti hanno visto comodamente dal divano di casa, ma che è costato sacrificio.
Sacrificio per arrivare da A, dal punto di partenza con quello che si era scoperto fino quel momento su un viaggio nello spazio, alla luna. Sacrificio umano e sacrificio emotivo che sembrerà essere poi ripagato… staremo a vedere. Per ora sono interessata di vedere come interpreterà la figura di Armstrong il bel Ryan Gosling – qua tra il Cooper qui sopra e il Gosling c’è carne manza al fuoco –.

E adesso veniamo ai due pezzi belli importanti per la mia vena creativa! Si parla di magia e Hallooween, per cui è come se mi trovassi a nuotare nei miei elementi preferiti.

– Il mistero della casa del tempo
E poi vieni a sapere di letture interessanti tramite i film – come succede ormai da un bel po’ -. Tratto dal libro “La Pendola magica” troviamo nella trasposizione cinematografica la divina Cate Blanchett, il mio amato Jack Black nei panni di due stregoni, un nipotino alla scoperta del loro mondo, una casa stregata e mistero, tanto mistero misà… già solo elencando tutti questi elementi mi viene da saltare sulla sedia come una bambina. E sto riguardando il trailer più e più volte e l’effetto è sempre lo stesso: e-n-t-u-s-i-a-s-m-a-n-t-e!

– Lo schiaccia noci e i quattro regni
Non sarà il solito Halloween quest’anno perché la Disney a deciso di farci portare i nostri soldini al cinema e credo ci riuscirà – come sempre – con “Lo schiaccia noci e i quattro regni”. Già dal primo sguardo del trailer si evince – termini che danno un tono – che ogni aspetto è stato curato dalla CG (computer graphics), alle ambientazioni ricostruite, ai costumi, make up, etc… praticamente un eccesso di pomposa bellezza in forma filmata.
Ad ogni modo chi non conosce la storia della ballerina e dello schiaccianoci? Chi non ha sognato almeno una volta di ballare con un tutù sulle note di Tchaikovsky?!
Nel trailer magico e con un gusto leggermente gotico della fiaba si muovono – e ho il sospetto, dato che si tratta della Disney che canteranno anche, ma è solo un sospetto – Keira Knightley, Helen Mirren, Morgan Freeman e – non so se la ricordate in The Twilight Saga Breaking Dawn  parte 2 nel ruolo di Renesmee Cullen – Mackenzie Foy.
Per cui come si suol dire “tanta roba”.

Dal versante dei trailer che mi son piaciuti e che non solo mi hanno incuriosito, ma mi istigano a prender un foglio a disegnare, è tutto.
E a voi quale trailer è piaciuto?
Vi siete sentiti anche voi così ispirati tanto da farvi fantasticare e creare qualcosa?
Ne avete visti altri di film che vorreste andare a vedere?

Sarò felice di saperne di più.

Grazie e al prossimo appuntamento sul Tea Biscuit Blog.

Baci da Claire.

 

 

Un anno su YouYube e l’autunno

Eccomi tornata con un video sul mio canale YouTube, il Claire Channel!

In onore di un anno sul “tubo” e per comunicarvi che posso snocciolare qualcosina riguardo a una delle mie prossime attività!
Oggi, lunedì 8 ottobre, ore 12:30, presso la Biblioteca comunale di Ascoli Piceno si terrà la conferenza stampa dove verranno presentati gli artisti che esporranno presso di essa.
Eh, sì, sono una di loro.

Per maggiori info dovremo aspettare l’uscita degli articoli della conferenza e le prossime pubblicazioni dell’evento, locandine e su altri mezzi di comunicazione.
Intanto vi lascio con questo up date tra capo e collo e al mio video tutto autunnale.

Come sempre vi ringrazio per il supporto, per il seguito, buona visione e al prossimo appuntamento sul Claire Piece – Tea Biscuit Blog.

Baci da Claire

La solita comunicazione di servizio

IMG_20180918_093428Come al solito mi ritrovo in quel momento in cui ho talmente tante cose per le mani e per al testa che devo ritrovarmi a dover fare la consueta comunicazione di servizio per committenze, followers e fan tutti.
L’ho sempre trovata una cosa corretta e giusta da fare nei confronti di chi mi supporta e segue.

Quindi!
So che non sto pubblicando molto negli ultimi tempi, ma mi trovo impossibilitata a farlo per via di regole di progetti che sto seguendo e finché non avrò il benestare di chi se ne occupa non potrò scattare foto, scansionare, pubblicare e via dicendo.
Appena saranno terminate queste limitazioni, pubblicherò tutte le nuove lavorazioni e notizie inerenti!
Nel frattempo – nonostante la cura antibiotica per una tosse che è stata insistente come un martello pneumatico e un odiatissimo fermo sportivo – sono anche in cantiere un nuovo articolo per il blog e il video per il mio Claire Channel.

Grazie per l’appoggio e fiducia nel mio lavoro, continuate così… ne ho sempre davvero tanto bisogno.

Buon week-end da Claire!